Come sentirsi più Felici? Quale strada seguire? E la Consapevolezza?

Aggiornato il: apr 5




CI SONO DOMANDE ALLE QUALI PER RISPONDERE GOOGLE NON BASTA!

Questa è una delle domande anzi E' LA DOMANDA che mi viene rivolta almeno 150 volte al giorno da qualche anno a questa parte. SI! Molti la considerano come la questione del nostro tempo che coinvolge tantissime persone e tantissimi studiosi che tendono (senza generalizzare) a propinarTi la loro ricetta miracolosa per poter essere o sentirsi almeno un po' più felici.

Se presti una rapida occhiata su google potrai trovare decine e decine di articoli inerenti la felicità dal Wikihow a psicoricette, dall' Huffington Post a blessyou, dall'efficacemente al viverpiùsani per citarne alcuni. Cosa hanno in comune questi "consigli"? Quali tra questi dice la verità sulla felicità? C'è una ricetta o una psicoricetta per la felicità? Se fosse così immediato applicarli (i consigli) e direttamente conseguenziale diventare e sentirsi più felici lo saremmo tutti in maniera indistinta e molti disagi comuni delle persone nella nostra società non esisterebbero. Il problema di fondo che per quanto ci si sforzi e qualunque studio recente dalla psicologia positiva di Martin Seligman alla autoefficacia di Albert Bandura trattano di concettualizzare un concetto, un pensiero e uno stile di vita che non è per niente facile rendere a parole. E anche le più aggiornate ricerche in materia di felicità e di pensiero positivo e ottimistico lasciano spazio ad ulteriori miglioramenti da poter mettere in pratica.

Cosa succede quando si prova a cambiare la nostra routine per diventare più felici? Magari seguendo qualche consiglio di tutte le guide per la felicità pubblicate on line e off line? Ammesso che alcuni siano effettivamente validi, come mai è sempre molto difficile proseguire nel nuovo percorso quotidiano ed essere costanti nelle azioni che ci vengono suggerite per sentirsi davvero più felici? Il nostro Io reagisce con avversità al cambiamento. Letteralmente ciò che accade nella "molecola della felicità" è apparso spesso nel web e lo potete vedere qui di seguito:

In pratica la "felicità" anche dal punto di vista chimico costa fatica! :-)

Passiamo oltre ed entriamo meglio nell'argomento a seguito della mia esperienza da Coach Professionista svolta in questi anni con oltre 100 clienti, una prima riflessione che condivido con Te è questa: ognuno ha per sè stesso un concetto di Felicità differente. Nel senso che se facciamo un breve sondaggio e chiediamo a 100 persone cosa significa per loro la Felicità scopriamo che potremmo avere 100 risposte differenti. Allora come si può considerare una lista di consigli sulla felicità affidabile? Un altra riflessione è strettamente connessa alla realtà quotidiana che Vivi. Se ti chiedessi di parlarmi della tua giornata tipo cosa mi risponderesti? Poniamo per ipotesi che altre 99 persone possano seguirti e senza esprimere alcuna opinione, a loro venga fatta la stessa domanda. Quale sarà la risposta? Qui entra in gioco la percezione. Come ci spiega wikipedia è il processo psichico che opera la sintesi dei dati sensoriali in forme dotate di significato. In parole più semplici quel significato che gli attribuisci in funzione di identità, sensazione, esperienza e conseguente elaborazione delle informazioni che ricevi dal mondo esterno. Anche se ti sembrerà una ripetizione, in tutta probabilità potresti ricevere 99 percezioni differenti in base alla stessa identica informazione vista, sentita, vissuta dal mondo esterno contemporanea alle altre persone oltre la tua. Una delle convinzioni più toste da affrontare durante un percorso di coaching è proprio questa: la realtà oggettiva è diversa dalla realtà soggettiva che combacia con la nostra percezione (Milton Erikson). In pratica vedi ciò che vuoi vedere e ti perdi la maggior parte delle informazioni. Altro aspetto fondamentale del nostro tempo collegato alla percezione e alla felicità, è intrinseco delle sollecitazioni che riceviamo dal mondo esterno è la capacità di vivere il "qui e ora" a scapito della soglia di attenzione che diversi studi attestano ad una soglia di soli 8". Dato sconcertante considerato che il pesce rosso arriva a 9. A chi diamo la colpa di questa situazione??? Molti indicano la tecnologia. i social, i vari stimoli quasi subliminali di cui veniamo bombardati continuamente. Forse è vero o forse non è vero ma resta un dato di fatto che nello svolgere i tuoi diversi compiti e azioni quotidiane nella vita, nel lavoro e nello sport come ti comporti? Sei sempre attivo e riesci a mantenere il giusto ritmo per essere sempre al top di efficacia ed efficienza??? Il primo passo per migliorare la tua autostima e sentirsi più felice è accrescere la tua Consapevolezza come vedremo in questo breve video è sinonimo di entrare in contatto con Te stesso e diventare un tutt'uno col presente:

Il concetto di consapevolezza è legato a doppio filo alle potenzialità umane ri-definite da M. Seligman e sono allenabili. Ecco qui il punto chiave del mio racconto. Se per qualunque motivo non ti senti abbastanza felice e ne sei consapevole sappi che questa situazione può essere migliorata. La mia professione basata sul Coaching come metodo di sviluppo del potenziale umano può essere allenata e può svilupparsi fortemente, molto più di quanto Tu immagini. Come? Scopriamolo insieme in un percorso in cui Io sarò al tuo fianco e raggiungeremo insieme la tua felicità. Chiamami 370.3463301 o scrivimi una mail la prima consulenza in presenza o su skype è gratuita.


7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti